Qui trovi l’evento Facebook

#200AnniENonSentirli
17 Maggio 2018 Proiezione del film “Il giovane Karl Marx”, del regista haitiano Raoul Peck.

Un’occasione in cui possiamo festeggiare il buon vecchio Karl, stare insieme e capire cosa possono ancora insegnarci la vita, le peripezie e pensiero di quei due buontemponi barbuti che Marx ed Engels erano.

++ Inoltre, questo film sarà il primo appuntamento con cui lanceremo un’autoformazione sul primo libro del Capitale. Sono tanti/e il/le studenti/esse che nella prossima sessione dovranno studiare questo libro.
Se le lezioni non ci hanno soddisfatto, studiamo insieme: il sapere è più bello quando è condiviso!! ++


TRAMA

Il bel film (2017) del regista haitiano, autore di Lumumba (2000) e I Am Not Your Negro (2016), tratta gli anni giovanili di Marx ed Engels e delle loro compagne, l’aristocratica Jenny von Westphalen e l’operaia irlandese Mary Burns – dai primi articoli marxiani del 1842-1843 editi da A. Ruge a Parigi fino alla stesura a quattro mani del Manifesto del partito comunista nel 1847-1848, passando per tutte le peripezie degli anni di Parigi, Bruxelles, Londra: espulsioni, censure, polemiche, congressi fondativi, scissioni e vicende familiari.

Peck non tratta Marx ed Engels come “personaggi concettuali” – riservando tale veste piuttosto al “comunismo” nelle sue varie e contraddittorie declinazioni (dal “furto” di legna iniziale all’umanitarismo della Lega dei Giusti, dalle astrazioni proudhoniane alle pratiche di lotta operaia e alla definizione del Manifesto) – ma ne restituisce un’immagine pubblica e privata molto sciolta e bohémienne, mostrandoli come esponenti di una controcultura romantica in via di rapida politicizzazione.

L’Estratto è preso dalla recensione uscita su DINAMOpress, che mettiamo di seguito:
https://www.dinamopress.it/news/giovane-marx-si-diventa-rivoluzionari/

Scarica questo articolo come e-book

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *